Fatti

Riabilitare i fucilati, una proposta di legge

Roberta Pinotti, ministro della difesa Il Ministro della difesa Roberta Pinotti ha istituito un Comitato tecnico-scientifico presieduto da Arturo Parisi, politologo ed ex ministro della difesa, con la partecipazione di magistrati e militari. Il Comitato avrà anche l’opportunità di vagliare le vicende dei  soldati italiani fucilati durante il conflitto: molti…
Leggi tutto »
Fatti

Alessandro Ruffini da Castelfidardo, fucilato per un sigaro

A Noventa Padovana, nel pomeriggio del 3 novembre 1917, sfila di ritorno dal Carnia il 28° reggimento artiglieria da campagna alla presenza del generale Andrea Graziani. Generale Andrea Graziani I soldati salutano, compreso il fante Alessandro Ruffini il quale però commette l’errore di non togliersi il sigaro dalla bocca. Il generale lo redarguisce violentemente e lo colpisce…
Leggi tutto »
Fatti

Cupra Marittima, la Grande Guerra e la solidarietà

È ancora una volta lo storico Padre Bernardo Faustino Mostardi  a compendiarci un avvenimento triste ed indimenticabile: Bernardo Faustino Mostardi La guerra mondiale del 1915-1918 ha lasciato nel popolo ricordi incancellabili. Tutti gli uomini validi, anche giovanissimi, hanno lasciato il paese per accorrere sulle linee di trincea per la difesa della…
Leggi tutto »
Fatti

L’impiego dei piccioni viaggiatori nella Grande Guerra

Un articolo di Mario Marchisio e Giovanni Morei del Comando logistico dell'Esercito, Dipartimento di Veterinaria, su come i colombi vennero usati durante il primo conflitto mondiale. Cartolina reggimentale di inizio ‘900. Museo Civico del Risorgimento di Bologna L'impiego dei piccioni viaggiatori nella Prima Guerra mondiale
Leggi tutto »
Fatti

Il bombardamento navale di Ancona il 24 maggio 1915

Bombardamento Ancona 24 maggio 1915 Il 24 maggio dalle quattro alle sei del mattino Ancona subì un violento bombardamento navale austriaco ad opera del cacciatorpediniere Dinara e della nave silurante Tb 53T. La prima vittima fu una donna: Filomena Naspetti di 62 anni, moglie di Sebastiano Caparelli, morì “in seguito…
Leggi tutto »
Fatti

Brigata Ravenna, un caso di esecuzioni sommarie

Uno degli aspetti più sconvolgenti avvenuti durante la Prima Guerra mondiale riguardò, tra il 1914 ed il 1918, la repressione interna per il mantenimento della disciplina tra i soldati, cioè la “fucilazione per l’esempio” (termine diffuso in Francia) o fucilazioni sommarie, termine italiano. Luigi Cadorna Già il 24 maggio 1915…
Leggi tutto »